Nuove pagine per lo Scrigno delle donne: presto diventerà un libro

Proseguono gli eventi nelle librerie pugliesi. Protagonista, la scrittura al femminile

Ha funzionato ancora una volta la ricetta dello "Scrigno delle donne" di Tina Rutigliano. Venerdì scorso, nella libreria Ambarabacicicò, la potenza della parola donata è riuscita a regalare emozioni: «legherò lo Scrigno della mia città ad una pagina scritta da una ragazza che mi ha insegnato tanto. Ha ricordato a tutte noi il desiderio di libertà che da sempre ci anima» commenta Tina Rutigliano.

«Questo Scrigno - dice la libraia Giada Filannino - si è riempito negli ultimi giorni sebbene in tante mi avessero chiesto come fare da diverso tempo. E' il segno della difficoltà che le donne della nostra città vivono nell’affidare le proprie parole, le proprie storie. Eppure, quando lo fanno, sono in grado di raggiungere livelli inaspettati».

A scrivere sono state le «donne dal cuore bambino» come quelle di cui raccontano le poesie di Rossella Piccarreta raccolte in "(R)esistenza". Quelle che sanno stupirsi per ogni incontro, per ogni partenza, per ogni fiore che sboccia.

Prosegue così il viaggio dello Scrigno, libreria dopo libreria, città dopo città. «Quando avremo aperto tutti gli Scrigni sparsi in Puglia e in Italia, insieme alla casa editrice Giazira scritture, inizieremo a selezionare le pagine per la pubblicazione del primo libro» annuncia Tina Rutigliano dando così l’appuntamento al prossimo anno.

(Articolo tratto da coratolive.it)