Lo stupore dell'arcobaleno: dopo Felicità c'è Amicizia

Presentata a Mola di Bari la seconda edizione del concorso nato in ricordo di Marilù Clabrese

Dopo la Felicità il 2017 sarà l’anno dell’Amicizia. Questo, infatti, il tema del secondo concorso “Lo stupore dell’arcobaleno", presentato nell’istituto scolastico Dante a Mola di Bari. Cittadina del sud est barese che ha sposato con gioia ed entusiasmo il ricordo della giovane Marilù Calabrese: scuole, associazioni di volontariato, famiglie e istituzioni. Tutte coinvolte nel lanciare la seconda edizione del concorso letterario, pubblicato da Giazira scritture con la collaborazione della libreria Culture Club Cafè.

La novità di quest’anno è un accordo di rete nato fra tutte le realtà coinvolte per promuovere e far crescere l’iniziativa. Se nell’edizione 2016 ci sono state scuole coinvolte fra Bari, Mola, Rutigliano, Conversano, Bologna e Milano, il 2017 ha già tantissime altre adesioni, per un’iniziativa nata con l’intento di far incontrare e dialogare ogni generazione. “Lo stupore dell’arcobaleno” si rivolge infatti a tutte le scuole di ordine e grado, alle università, a giovani, adulti e oltre. Insomma, un’iniziativa che guarda dai 3 ai 99 anni.

Tutti chiamati quest’anno a presentare elaborati sull’amicizia, il valore che forse più di tutti ha segnato l’intenso cammino di Marilù. Disegno, poesia, racconto, filastrocca, testi teatrali e per musical, fiaba, blog. Queste le categorie nelle quali saranno chiamati a esprimersi i partecipanti al concorso, la cui scadenza è fissata a sabato 8 aprile 2017.

Tre i vincitori previsti per ogni categoria (Scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I grado, secondaria di II grado, giovani e adulti), ai quali si aggiungeranno due vincitori del Premio della Critica, uno per la tipologia grafica e uno riservato al Premio Città dei bimbi. Lavori che saranno poi pubblicati nel nuovo libro edito dalla Giazira scritture e presentato ad agosto 2017, nell’ambito delle iniziative della Notte bianca dei giovani, a Mola di Bari.